Un simbolo per Suq.Magazine

Suq è una startup nata in Sicilia da un gruppo di creativi e viaggiatori che un giorno ha deciso di iniziare a esplorare il patrimonio non-convenzionale dell’isola. Un patrimonio fatto di luoghi, persone, aziende, arti e simboli attualmente nascosti. Un patrimonio fatto di tutto ciò che si può toccare, ma anche di tutto quello che si può solo sentire quando ci si mette in contatto con i propri sensi.

Dietro le sue pagine Suq è anche una destination brand che vuole individuare, valorizzare e rendere fruibile una Sicilia sconosciuta che si rivela solo a chi ha la pazienza di aspettare. Magari semplicemente attraverso la lettura di qualche pezzo della rivista o magari con un viaggio ricercato e alternativo per vivere l’esperienza di una terra che si traveste da isola quando in realtà è un intero continente.

Nella prima parte di questa call indetta dai vertici si Suq.Magazine , la rivista era alla ricerca di un simbolo “concreto” che potesse rappresentare nella maniera più “non-convenzionale” possibile, la Sicilia, le persone che la abitano e i segreti che custodisce l’isola del mediterraneo.

Da una prima fase di analisi, secondo i giudici incaricati di scegliere tra le proposte inviate, la selezione è ricaduta su una pianta tipica delle Madonie, l’Evax delle madonie, composta da uno stelo molto corto e da foglie ripiegate su stesse.
La sintesi grafica di questo elemento, sebbene fosse molto complesso, ha portato alla semplificazione (estrema) delle forme e alla stilizzazione totale del fiore che, nella forma finale ricorda molto anche il disegno di alcune ceramiche tipiche della cultura siciliana.

*questo progetto rappresenta una “proposta” per un concorso, in quanto non ancora accettato/visionato dal diretto interessato e pertanto non può essere utilizzato per fini commerciali.